Contattaci

Preventivo rapido

800-011831

Il mio carrello (0)

Delimitazione posti auto

Bisogno di aiuto? Bisogno di aiuto? Come delimitare i posti auto nel mio parcheggio? La delimitazione dei posti auto può sembrare irrilevante, ma rappresenta invece un reale vantaggio in termini di organizzazione di un parcheggio. Quando gli stalli di sosta sono segnalati chiaramente, gli utenti della strada identificano più rapidamente le zone in cui la sosta è consentita. La circolazione nel parcheggio risulta, quindi, più fluida. Chiodi stradali, marker stradali, dissuasori stradali e cordoli per parcheggio, Seton vi accompagna nell’organizzazione del vostro parcheggio e vi propone tutta l’attrezzatura per delimitare i vostri posti auto nel rispetto delle norme in vigore.

34 prodotti

Acquista per Ordina per

Griglia Lista

Acquista per :
Capacità di riflessione  
Riflettente(8)
Non Riflettente(7)
Retroriflettente(6)
Si(2)
No(1)
Fissaggio  
Con tasselli(3)
Con colla(3)
Con colla o vite(2)
Su base(2)
Gambo da sigillare(2)
Da zavorrare(2)
2 tasselli (non forniti)(1)
4 tasselli (non forniti)(1)
Con 4 tasselli(1)
Con 2 tasselli(1)
Con bulloni(1)
Colla 2 componenti(1)
Da avvitare(1)
Con colla o chiodi(1)
Su piastre(1)
Con viti(1)
Da sigillare su strada o tramite pressione su separatore(1)
Da sigillare(1)
Con colla o tasselli(1)
Da incollare(1)
Da fissare con viti o colla(1)
Su cemento(1)
Materiale  
Polietilene(6)
Acciaio(6)
Caucciù(5)
Plastica(5)
Alluminio(2)
Plastica antiurto(1)
PVC(1)
Metallo(1)
Acciaio inossidabile(1)
Plastica ABS(1)
PVC flessibile(1)
Vetro(1)
Resina poliestere(1)
Policarbonato(1)

FAQ - Delimitazione posti auto


Quali sono le dimensioni da rispettare per un posto auto?

Prima di decidere come delimitare i posti auto in un parcheggio, è imperativo conoscere le norme in vigore in merito ai diversi tipi di posto auto, anche definito «stallo di sosta». Esistono 2 riferimenti legislativi principali che definiscono le caratteristiche dei posti auto, sia privati che pubblici:
  • Il Nuovo Codice della Strada (D.Lgs. 285/1992)

  • Il regolamento di esecuzione e attuazione del Nuovo Codice della Strada (D.P.R. 495/1992)

In base allo spazio disponibile possono essere realizzati principalmente 3 tipi di stallo di sosta, con posizione diversa rispetto alla carreggiata e dimensioni differenti:
  • longitudinali: collocati parallelamente alla carreggiata;

  • a spina di pesce: collocati obliquamente rispetto alla carreggiata (con angolo di 45° rispetto alla corsia di marcia);

  • a pettine: collocati perpendicolarmente alla carreggiata (con angolo di 90° rispetto alla corsia di marcia).

La delimitazione degli stalli avviene tracciando delle strisce della larghezza di 12 cm sulla pavimentazione stradale. Mentre per la disposizione dei posti auto a spina di pesce e a pettine la delimitazione tramite strisce è sempre obbligatoria, per i posti auto longitudinali è consigliata ma non obbligatoria.

Per poter effettuare delle manovre in maniera sicura, senza pericolo di collisioni con gli altri veicoli, è necessario rispettare le dimensioni minime standard per un posto auto autorizzato:
  • La lunghezza deve essere sufficiente per parcheggiare city car, berline e monovolume.

  • La larghezza scelta deve consentire di aprire la portiera per scendere e salire sull’auto senza toccare la portiera dell’auto vicina e caricare e scaricare agevolmente il bagaglio.

  • La larghezza della corsia di marcia deve consentire di effettuare le manovre per entrare e uscire dal parcheggio in totale sicurezza.


Posti auto a pettine

Per i posti auto a pettine (90° rispetto alla carreggiata, su una superficie libera da ingombri) le dimensioni minime da rispettare sono:
  • una lunghezza di 4,50 m

  • una larghezza di 2,30 m

  • una corsia di marcia di almeno 6 m di larghezza


Al di là delle delle dimensioni minime previste dal D.P.R. 495/1992, le norme di buona pratica prevedono solitamente un'area standard di 5,00 x 2,50 m. In ogni caso, in qualsiasi area o edificio adibito al parcheggio, la superficie dello stallo dovrebbe considerare:
  • l'ingombro dell'autovettura;

  • lo spazio necessario a un'agevole uscita dall'auto da parte dei passeggeri;

  • la possibilità che i passeggeri escano da entrambi i lati senza restare incastrati in uno spazio ristretto.


Posti auto longitudinali

Per gli stalli di sosta longitudinali, le dimensioni minime da rispettare sono:
  • una lunghezza di 5 m

  • una larghezza di 2 m

  • una corsia di marcia di almeno 3,50 m di larghezza


Posti auto a spina di pesce

Per i posti auto a spina di pesce (con inclinazione di 45° rispetto alla corsia di marcia) le dimensioni minime da rispettare sono :
  • una lunghezza di 4,80 m

  • una larghezza di 2,30 m

  • una corsia di marcia di almeno 3,50 m di larghezza


Posti auto riservati alle persone a mobilità ridotta

La legge prevede che ogni parcheggio (interno o esterno) ad uso pubblico deve comprendere uno o più posti auto accessibili e adeguati per le persone disabili.

In base al Decreto Ministeriale 236/1989, un posto auto accessibile è un parcheggio "complanare alle aree pedonali di servizio o ad esse collegato tramite rampe o idonei apparecchi di sollevamento" (art. 4 punto 4.2.3). Inoltre, esso "deve avere collegamenti con gli spazi esterni e con gli apparecchi di risalita idonei all'uso da parte della persona su sedia a ruote. Lo spazio riservato alla sosta delle autovetture al servizio delle persone disabili deve avere dimensioni tali da consentire anche il movimento del disabile nelle fasi di trasferimento; deve essere evidenziato con appositi segnali orizzontali e verticali" (punto 4.1.14).
Inoltre, “nelle aree di parcheggio devono comunque essere previsti, nella misura minima di 1 ogni 50 o frazione di 50, posti auto di larghezza non inferiore a m 3,20, e riservati gratuitamente ai veicoli al servizio di persone disabili. Nella quota parte di alloggi di edilizia residenziale pubblica immediatamente accessibili [...] devono essere previsti posti auto con le caratteristiche di cui sopra in numero pari agli alloggi accessibili" (punto 8.1.14).

Anche la Legge n. 104/92 afferma che i comuni devono assicurare “appositi spazi riservati ai veicoli delle persone handicappate, sia nei parcheggi gestiti direttamente o dati in concessione, sia in quelli realizzati e gestiti da privati”.

In base all'art.10 del D.P.R. 503/1996, i parcheggi riservati alle persone disabili devono essere più larghi dei posti auto standard, al fine di consentire alle sedie a rotelle di circolare facilmente attorno al veicolo. Le dimensioni minime per questi posti auto sono le seguenti: la larghezza minima dei posti adattati non può essere inferiore a 3,20 m, mentre la lunghezza (nel caso di parcheggio posto lungo il senso di marcia) non deve essere inferiore a 6 m.

La doppia segnaletica, a terra , tramite stencil, e in altezza, tramite dei cartelli segnaletici «Parcheggio disabili» o cartelli per parcheggio personalizzabili, è obbligatoria per segnalare i posti auto riservati alle persone disabili. In questo modo, queste ultime potranno orientarsi e individuare facilmente i posti di parcheggio loro riservati.

Come marcare e segnalare efficacemente i diversi posti auto?

Tra arrivi, partenze e consegne, i parcheggi aziendali sono delle zone in cui il traffico è intenso e le collisioni frequenti. Una circolazione fluida è, dunque, indispensabile per evitare incidenti. A tal fine, esistono due tipi di segnaletica:
  • la segnaletica orizzontale: è la marcatura realizzata a terra, che consente una delimitazione chiara e precisa dei posti auto riservati alla sosta. Essa viene realizzata solitamente con una vernice permanente per segnaletica orizzontale e degli stencil per verniciatura. La segnaletica orizzontale può essere completata con dei cordoli per parcheggio, che delimitano anche fisicamente gli stalli di sosta. A seconda del tipo di parcheggio, i colori delle strisce di delimitazione variano come segue:

a) bianco per gli stalli di sosta non a pagamento;
b) azzurro per gli stalli di sosta a pagamento;
c) giallo per gli stalli di sosta riservati.
  • la segnaletica verticale: per facilitare il riconoscimento visivo e distinguere rapidamente i posti auto riservati a determinate categorie di veicoli, si consiglia di utilizzare dei cartelli per circolazione e parcheggio.


Come delimitare i posti auto nel mio parcheggio?


Chiodi stradali:

Resistenti al passaggio dei veicoli, i chiodi stradali sono concepiti in modo da non costituire un ostacolo per la circolazione. In plastica, acciaio o alluminio, da incollare o fissare a terra con viti, i chiodi stradali possono essere utilizzati per delimitare chiaramente le aree di sosta nei casi in cui non è possibile usare la vernice stradale. Per garantire una maggiore visibilità, questi chiodi stradali possono essere riflettenti o in versione marker stradali.

Dissuasori stradali:

Oltreché dissuadere gli utenti della strada dall’occupare un posto auto riservato, i paletti flessibili per parcheggio permettono di delimitare un’area di sosta in modo chiaro e visibile. Fabbricati in materiali flessibili, i delineatori cilindrici assorbono gli impatti, riprendendo la loro forma e posizione iniziali dopo un urto. Disponibili in più colori e retroriflettenti, i nostri dissuasori stradali garantiscono una visibilità ottimale giorno e notte.

Cordoli per parcheggio:

I cordoli per parcheggio retroriflettenti consentono di identificare le corsie di marcia giorno e notte.
Le barre di delimitazione basse in acciaio non possono essere oltrepassate e consentono di evitare fisicamente una sosta che crea disturbo.
I cordoli per parcheggio in caucciù o in polietilene sono transitabili dai veicoli e consentono di delimitare un posto auto senza rischio di danneggiare i veicoli.

Prodotti complementari - Come organizzare il mio parcheggio?


Per garantire la sicurezza dei pedoni in un parcheggio, la velocità di marcia dei veicoli dovrebbe essere ridotta a 15-30 Km/h. Per indurre gli automobilisti a rispettare il limite di velocità stabilito nei vostri parcheggi, utilizzate dei rallentatori di velocità.

Indicate chiaramente dove si trovano le aree destinate alla sosta nella vostra azienda, grazie ai nostri cartelli per parcheggio. Se volete riservare i vostri posti auto, impedendo che siano occupati da veicoli non autorizzati, utilizzate dei cartelli «parcheggio riservato», da associare eventualmente a dei cartelli di divieto di sosta, bloccandone l’accesso tramite delle barriere e paletti ribaltabili per parcheggio.
Infine, regolate l’accesso al vostro parcheggio grazie a delle barriere a sollevamento manuale o automatico.

La bici è un mezzo di trasporto sempre più usato dai dipendenti per recarsi al lavoro. Incoraggiate l’utilizzo organizzando nel vostro parcheggio uno spazio dedicato alla sosta di questo mezzo di trasporto, attrezzandolo con delle rastrelliere portabiciclette e segnalandolo con dei cartelli per parcheggio di bici e moto.

Per offrirvi un servizio migliore, Seton utilizza dei cookie. Chiudi